Pretendiamo la Legalità

E’ stata una mattinata intensa quella vissuta stamattina dagli studenti delle classi seconde della secondaria di Primo Grado “Canale” che hanno assistito all’intervento dell’Ispettore Capo Aldo Massei, della Questura di Macerata.

Il Comprensivo di Morrovalle ha aderito, per l’a.s. 2019/2020 al progetto del MIUR in collaborazione con la Polizia di Stato dal titolo “Pretendiamo la Legalità”; tale progetto prevede la partecipazione degli alunni agli incontri
con funzionari e operatori delle rispettive Questure, con l’obiettivo di stimolare una riflessione sull’importanza della legalità, che passa necessariamente attraverso la partecipazione attiva e consapevole di tutti i cittadini, ai quali si chiede di essere protagonisti nella realtà sociale.

L’ispettore Massei ha parlato, con un linguaggio chiaro e comprensibile ai ragazzi, ma anche denso di grande umanità e di rea

lismo, dei pericoli che un adolescente come loro può correre, soprattutto una volta usciti dalle scuole medie. Seguendo le sue parole, ha voluto “vaccinare” tutti i ragazzi istruendoli su cosa siano le sostanze stupefacenti e su come gli spacciatori fanno leva sulla psicologia per adescarli, specialmente sui più deboli.

Ha raccontato fatti purtroppo reali, di giovani morti per overdose o addirittura suicidati in preda alla droga, con una certa crudezza resa necessaria per evitare di pensare, a quest’età, che nulla possa mai capitare a qualcuno di noi.

Successivamente il discorso è passato al tema del bullismo e cyberbullismo. Ai sensi della Legge 71/2017 ogni scuola deve nominare il referente d’istituto per il bullismo (Per il Comprensivo di Morrovalle è l’insegnante Graziella Cardinali, fanno inoltre parte del gruppo di lavoro le Prof.sse Mosconi e Ciccotti) che è il docente di riferimento a disposizione dei ragazzi per comunicare episodi di bullismo o semplicemente saperne di più.

L’argomento ha suscitato molto interesse fra i ragazzi che hanno addirittura chiesto di riferire in privato all’ispettore casi di cui erano a conoscenza, di cui la scuola ha immediatamente preso nota, scoperchiando un vero e proprio “Vaso di Pandora” di emozioni sopite e nascoste.

La Polizia ha proiettato un bellissimo e toccante video Monologo di Paola Cortellesi e Marco Mengoni sul bullismo che sarà proiettato anche alle altre classi non coinvolte nel progetto.

Le classi terze saranno inoltre coinvolte in lezioni tenute dal Prof.Marangoni che parlerà degli effetti delle dipendenze di sostanze d’abuso nel cervello mentre le classi prime nel progetto Sicuramente web per la navigazione sicura in Rete, organizzato dalla PARS.