Museo della parola

Quest’anno è stata proposta agli alunni la realizzazione di un piccolo “Museo della Parola”.

Lo scopo non era suggerire che le parole siano qualcosa di vecchio ed obsoleto (esistono anche musei della modernità) ma come implicito invito ai ragazzi a considerare le parole come qualcosa che merita la loro attenzione, qualcosa da contemplare con calma in quanto, proprio come opere d’arte o reperti    archeologici, sono elementi che hanno costruito e continuano a modellare la nostra cultura e la nostra consapevolezza.

Le finalità principali del lavoro erano dunque sia favorire una migliore conoscenza e consapevolezza di significato e d’uso di termini ricorrenti fondamentali e spesso trasversali nello studio delle diverse materie e nella vita quotidiana, in quanto relativi a temi di attualità e alle relazioni con gli altri, sia stimolare un inizio di riflessione sulla lingua e sulla comunicazione.

Le classi sono state lasciate libere di scegliere, insieme ai loro insegnanti le parole su cui concentrare la loro attenzione e di produrre lavori secondo il loro gusto  e la loro creatività, pur rispettando una falsariga comune.

I lavori sono esposti nell’atrio del plesso “luigi Canale” (Scuola Media).